Lunedì, 17 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corigliano Rossano, non ha famiglia ed è costretto a restare in pronto soccorso
IL CASO

Corigliano Rossano, non ha famiglia ed è costretto a restare in pronto soccorso

di
Un giovane coinvolto in un incidente potrebbe andare a casa ma continua a occupare un letto del reparto delle emergenze

È ancora fermo al Pronto soccorso del Giannettasio di Rossano dell’ospedale spoke di Corigliano Rossano il giovane nigeriano che è stato trasportato in ambulanza del 118 otto giorni fa in quanto coinvolto nell’incidente mortale verificatosi sulla strada provinciale 169 del comune di Cassano allo Ionio. Al giovane di colore, secondo quanto appreso, è stata riscontrata una frattura al bacino e, non avendo bisogno di ingessatura, dovrebbe osservare un periodo di riposo di un mese e, a quanto sembra, avrebbe dovuto essere dimesso già da qualche giorno per seguire la prescrizione di riposo presso la propria residenza di Cassano. A questo proposito sembra che il paziente non abbia nessun congiunto o conoscente che possa raggiungerlo per riportarlo a casa. Per questo motivo dai medici del reparto di emergenza sarebbero state contattate le strutture dei servizi sociali del comune di Corigliano Rossano e di Cassano, ma fino ad ieri pomeriggio non sembra siano giunti né familiari, né disponibilità di associazioni per accoglierlo nelle loro strutture. Nessuno, infatti, lo reclamerebbe.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook