Venerdì, 07 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, la rivelazione di Guccione: “Nei cassetti della Regione 300 milioni per l’ospedale”
I FONDI

Cosenza, la rivelazione di Guccione: “Nei cassetti della Regione 300 milioni per l’ospedale”

Il democrat fa i conti in tasca alla Calabria e scopre un tesoro. Il primo finanziamento risale al 2016 e fu previsto dal Patto sottoscritto dal premier Renzi e dal governatore Oliverio

Da quando Palazzo dei Bruzi ha ripescato l’idea del nuovo ospedale, la politica sembra aver ritrovato stimoli e l’opera è tornata ad essere baricentrica nel dibattito cittadino. Negli ultimi dieci anni, il dichiarato interesse per le collettività, agitato come grimaldello per far lievitare il livello di attenzione e di consenso popolare, si era ridotto a un mero interesse di bottega sfociato, inevitabilmente, nel solco delle campagne elettorali. E così a turno ce lo avevano fatto vedere pronto e sempre in luoghi diversi. Lo avevano spostato in giro per la città, ogni tanto sconfinando nella vicina Rende, e poi tornavano indietro sistemandolo dappertutto. Ma dopo anni di impegni mai rispettati, di investimenti mai realmente prodotti, di delibere come carta straccia, si è continuato a strumentalizzare il progetto. Un valzer giunto al capolinea: il sindaco Franz Caruso gli ha trovato la dimora definitiva a Vaglio Lise. Nei prossimi giorni, il consiglio comunale voterà l’individuazione del sito e poi, toccherà alla Regione avviare l’iter finanziario. Il presidente del consiglio, Giuseppe Mazzuca, e, successivamente, i consiglieri Bianca Rende e Francesco Luberto, hanno rivolto appelli al governatore-commissario Roberto Occhiuto affinché faccia chiarezza sui fondi.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook