Lunedì, 05 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca “Reset” a Cosenza, rimangono dietro le sbarre i boss Porcaro e Piromallo
L'INCHIESTA

“Reset” a Cosenza, rimangono dietro le sbarre i boss Porcaro e Piromallo

di
Il Tribunale della libertà conferma la misura cautelare anche per Silvio Guido. Revocati i domiciliari ad Andrea Bruni
Cosenza, Cronaca
Roberto Porcaro

Tutti dentro. Il Tribunale della libertà di Catanzaro ha confermato lo stato detentivo per Roberto Porcaro, luogotenente del boss Francesco Patitucci e pezzo da novanta delle cosche confederate bruzie: l’uomo resta dietro le sbarre e, con lui, pure Silvia Guido, l’ex moglie ritenuta dalla magistratura inquirente antimafia pienamente inserita nelle dinamiche affaristico-delinquenziali. È lei stessa a ammetterlo inconsapevolmente quando, lamentandosi con il boss Patitucci della condotta sentimentale del coniuge , ribadisce d’essersi sempre impegnata a sostegno degli interessi di Porcaro e dei suoi “amici”. La Guido parla a ruota libera ignara d’essere intercettata dagli investigatori grazie alla microspia nascosta in casa del capobastone. La donna è risentita con Porcaro e non lo nasconde.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook