Venerdì, 09 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Omicidio Scorza, indagati dalla Dda due vigili urbani di Castrovillari
L'ACCUSA

Omicidio Scorza, indagati dalla Dda due vigili urbani di Castrovillari

di
I Pm ne avevano chiesto l’arresto per favoreggiamento e depistaggio
Cosenza, Cronaca
La Procura di Catanzaro (sul caso indaga la Dda)

Frode processuale penale, depistaggio e favoreggiamento: sono le accuse contestate dal procuratore aggiunto Giancarlo Novelli e dal pm antimafia Alessandro Riello a due vigili urbani di Castrovillari. I magistrati avevano chiesto l’arresto degli esponenti della polizia locale ritenendoli responsabili di non aver segnalato la presenza della Mercedes con i vetri rotti e all’interno i corpi di Maurizio Scorza e Hanene Hendhli. Un’accusa che gli indagati tuttavia respingono limitandosi ad affermare di non aver notato il veicolo posto sul ciglio della strada che da contrada Gammellone conduce in direzione di Castrovillari.

Il gip, Chiara Esposito, non ha ritenuto di accogliere la richiesta di arresto sottolineando che non v’è prova che i due vigili urbani abbiano mentito sostenendo di non aver incrociato la vettura con le vittime. La ricostruzione della Dda di Catanzaro, diretta da Nicola Gratteri, è tuttavia basata sulle immagini girate da alcune telecamere installate nella zona. Una cosa è certa: i sicari hanno improvvisamente abbandonato la Mercedes perchè “disturbati” da qualcosa.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook