Martedì, 07 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'omicidio Aquino a Corigliano e il baby picciotto romeno in cerca di glorie mafiose
IL SOSPETTATO

L'omicidio Aquino a Corigliano e il baby picciotto romeno in cerca di glorie mafiose

di
È stato arrestato ieri sera dai carabinieri per ordine del Gip presso il Tribunale per i minorenni di Catanzaro
Cosenza, Cronaca
Il luogo dell'omicidio di Pasquale Aquino a Corigliano Rossano

Lo straniero. C’è un ragazzino non ancora diciottenne tra le figure che più impressionano nell’indagine condotta dalla Dda di Catanzaro per far luce sulla uccisione di Pasquale Aquino.

Un romeno che partecipa alle attività del gruppo disarticolato dai carabinieri del colonnello Agatino Saverio Spoto. Come? Tagliando la cocaina, partecipando alla custodia dell’arsenale del gruppo, prendendo parte ad azioni e scelte della consorteria composta da giovanissimi “compari”. Gli atti riguardanti il baby-picciotto dell’Est sono finiti sul tavolo del Procuratore per i minori di Catanzaro. E non sappiamo quante altre cose contengano oltre quelle già contestate alle persone arrestate ieri per ordine di Nicola Gratteri. Il minore è stato ammanettato dai carabinieri ieri sera per ordine del gip presso il Tribunale per i minorenni, Donatela Garcea. È accusato di detenzione di armi e traffico di droga (almeno per il momento). Qualcuno sospetta che possa anche essere coinvolto nell’agguato teso ad Aquino. Si tratta di una ipotesi ancora senza riscontri.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook