Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trasporti e viabilità carenti nell’area ionica cosentina
L'APPELLO

Trasporti e viabilità carenti nell’area ionica cosentina

di
L’appello del senatore Rapani (FdI) a Trenitalia e Rfi. Tutto fermo per i lavori di elettrificazione

La mobilità dei cittadini di questo territorio e dell’itera costa ionica calabrese si può paragonare a quella antecedente alla prima guerra mondiale.
Da questa parte della Calabria, infatti, il servizio di mobilità dei cittadini è quasi assente forse anche per scelte dei governi nazionali. Per la Calabria ionica cosentina, se non fosse stato per l’istituzione, dopo tante sollecitazioni e peripezie per il suo mantenimento in servizio, del treno “Frecciargento” che collega, in maniera adeguata e celere la Sibaritide al resto del Paese, questo territorio sarebbe stato quasi completamente isolato. A ciò si aggiunge la carenza di una viabilità scadente rappresentata dalla pericolosa Ss 106, unica arteria della costa fino alla Basilicata, dalle sembianze di una mulattiera in molti tratti.
Ma anche quando sembrava che qualcosa si muovesse per ammodernare la tratta ferroviaria attraverso l’elettrificazione della linea Sibari-Corigliano Rossano Crotone-Catanzaro Lido per predisporla per l’alta velocità, tutto si è arenato.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook