Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA DECISIONE

Gestione Tennis club di Rende, il Consiglio di Stato sceglie l'affidamento pubblico

di
affidamento pubblico, rende, tennis club, Cosenza, Calabria, Economia
La struttura del Tennis Club di Rende

Proprio come una partita a tennis. Né più né meno. La “palla” passa da un campo all’altro a velocità accelerata. Così per la gestione del “tennis club” di Rende che tra un ricorso e l’altro anima il dibattito politico da mesi. Ieri il Consiglio di Stato si è espresso ed ha dato ragione all’attuale amministrazione comunale rendese che ha deciso, da tempo, di affidare la gestione attraverso un bando pubblico.

La “partita” è tutta politica. In un campo gli attuali gestori che, da oltre venti anni, hanno portato avanti le attività sportive con meriti e risultati oggettivi. Dall’altra parte le scelte del sindaco di trasformare quella struttura e farla diventare, attraverso appunto nuove forze imprenditoriali e considerata la scadenza naturale della convenzione in essere, una sorta di “Foro italico” del Sud. Non solo tennis e racchette. Anche spettacoli, eventi ed altre discipline che potrebbero essere attrattori di turismo specifico per l’attività tennistica. Un project financing, per usare le parole del sindaco Manna e degli uffici tecnici comunali, che riveda in parte i campi e soprattutto l’area circostante. “Rilancio e riqualificazione”, infatti, sono le due parole spesso utilizzate dagli amministratori in risposta alle critiche piovute addosso da chi, invece, si è opposto alla scelta, ritenuta troppo “schiacciata” a favore di altri privati.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook