Martedì, 12 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
SANITÀ

In Calabria 66 infermieri assunti ma ne servirebbero più di 4mila

di

La sanità è in guerra. Una guerra fatta di numeri e di algoritmi. I veleni fuoriescono dalla centrifuga azionata dalle 429 assunzioni. L'effetto placebo si è immediatamente esaurito. L'annuncio del commissario ad acta, Saverio Cotticelli, è stato sterilizzato da Oliverio e dalla sua giunta. Adesso, sono gli infermieri a pretendere chiarezza.

Il presidente dell'Opi Cosenza, Fausto Sposato allarga il fronte partendo proprio dalle cifre: "Dignità, qualità all'assistenza delle cure ed assunzioni. Siamo mortificati come categoria. Quando si parla di 429 assunzioni occorre precisare che è già personale che lavora, non è assolutamente un innesto di forze nuove. Ci saremmo aspettati numeri più elevati per garantire i lea. Gli infermieri sono il perno su cui ruota tutto il sistema sanitario. I 66 autorizzati in tutta la Calabria sono una goccia nel mare. Ne mancano più di 4mila".

L'articolo nell'edizione di Cosenza della Gazzetta del Sud

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook