Sabato, 15 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Il crac dell'Asp di Cosenza tra debiti, contenzioso e un'inutile austerità
SANITÀ

Il crac dell'Asp di Cosenza tra debiti, contenzioso e un'inutile austerità

di
asp cosenza, sanità, Cosenza, Calabria, Economia
Gli uffici dell'Asp di Cosenza

La tragedia di Roseto Capo Spulico è utile per comprendere la disperazione del sistema salute in Calabria e nel Cosentino. Un uomo di 46 anni è morto perché l'unica ambulanza che, giorno e notte, fa il pendolo lungo l'arco dell'Alto Jonio si trovava già impegnata a Sibari. E 33 km dopo quell'uomo già non c'era più.

E in dieci lunghi anni di commissariamento hanno chiuso ospedali, tagliato personale in corsia, eliminato servizi territoriali. L'inutile austerità (che non ha prodotto alcun miglioramento nei conti) ha modellato un sistema dell'iniquità che ha avuto come conseguenza-effetto l'arretramento dell'offerta con una spesa rimasta fuori controllo.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Cosenza. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook