Martedì, 16 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
COMUNE

Roggiano, il sindaco incassa la fiducia ma c’è una crisi in atto

di

Il sindaco Ignazio Iacone “incassa” la fiducia della sua pur rabberciata maggioranza, ma la stessa potrebbe essere a tempo. L’ha fatto capire – a chiare lettere – l’assessore Massimiliano Trotta che, parlando anche a nome del consigliere Salvatore Lanzillotti, non ha votato la “sfiducia” ma ha chiesto che sia «fatta una verifica all’interno del gruppo di maggioranza». Probabilmente per vedere se ci sono i presupposti affinché continui la legislatura.

Uno scontro “aspro” in certi frangenti fra l’esponente dell’esecutivo ed il primo cittadino, al quale è stato riferito «Non fai più parte del nucleo di Rinascita democratica e per questo va fatta una verifica». Di rimando, Iacone ha risposto di «votare immediatamente la sfiducia». Ciò non è avvenuto, nonostante gli animi si siano surriscaldati, rimandando il tutto all’analisi interna della situazione.

Secondo voci di corridoio, ciò che non sta bene al nucleo storico di “Rinascita democratica” sarebbe la paventata candidatura alle regionali di Iacone con la destra. E ciò avrebbe mandato sull’aventino Trotta, Lanzillotti e gli altri esponenti che hanno sempre sostenuto il progetto iniziale di “Rinascita democratica”. In buona sostanza, alla fine, per la questione “sfiducia al sindaco”, unico punto all’ordine del giorno del Consiglio, sei sono stati i voti favore e sei i contrari. Ovviamente non ha votato il sindaco, ma comunque la situazione delicata e si capisce dalla frase molto netta: «la crisi c’è, è in atto e non è stata superata alcuna divergenza». Le prossime ore potrebbero portare quindi a decisioni irreversibili.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook