Mercoledì, 29 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica San Giovanni in Fiore, coro di no all'intitolazione della sala consiliare
JOLE SANTELLI

San Giovanni in Fiore, coro di no all'intitolazione della sala consiliare

Ma l'amministrazione è irremovibile: c’è una delibera approvata all'unanimità; abbiamo l’imprimatur della prefettura e domani alle 18 ci sarà la cerimonia di intestazione
intitolazione, polemiche, sala consiliare, Jole Santelli, Pietro Lecce, Rosaria Succurro, Cosenza, Politica
Il Comune di San Giovanni in Fiore

Dalla serata di domenica 27 c’è una sorta di accerchiamento contro l’annunciata intestazione della sala consiliare del Municipio florense alla compianta presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. Un assedio che è continuato per tutta la giornata di ieri, ininterrottamente. Domenica sera, dicevamo, anche alcuni esponenti del Centro gioachimita, hanno bollato l’iniziativa come un’idea sconveniente. Nella mattinata di ieri, invece, pronto s’è visto un dissenso di alcuni dirigenti del Pd dinanzi al Palazzo, con in testa il consigliere Lacava, secondo il quale «la sala consiliare è e deve essere libera perché è della pluralità».

«Contestiamo - si legge in una nota del Pd - quest’assurda decisione considerato che la già presidente Jole Santelli, con tutto il rispetto del caso, non ha nulla da condividere con la storia socio-politica di San Giovanni». E il Pd col sostegno del coordinatore Pietro Lecce è già alle prese con una raccolta di firme; così, ha programmato per oggi alle 17, quando poi dovrebbe esserci l’inaugurazione da parte dell’Amministrazione comunale capeggiata da Rosaria Succurro, un sit-in di protesta sullo slargo del Municipio. Non di meno, Legambiente Sila ha diffuso una nota diretta agli organi del Comune di netta contrarietà all’intestazione, poiché «divisiva». Duro anche il Psi cittadino, secondo cui su questa materia deve deliberare il Consiglio piuttosto che la Giunta; l’intitolazione richiede che passino 10 anni. «Nulla di personale -termina- contro Jole Santelli, ma l’intestazione non ha attinenza e chiediamo che l’esecutivo Succurro revochi la delibera». Fonti municipali vicine alla sindaca Succurro, hanno inteso precisare: «in democrazia chi vince amministra; c’è una delibera approvata all'unanimità; abbiamo l’imprimatur della prefettura.. e domani alle 18 ci sarà la cerimonia di intestazione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook