Mercoledì, 21 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Appalti e massoneria, chiesto il dibattito in Consiglio a Belvedere Marittimo
COMUNE

Appalti e massoneria, chiesto il dibattito in Consiglio a Belvedere Marittimo

di
Giorni fa, i carabinieri della Compagnia di Scalea hanno eseguito nuove perquisizioni a carico di 11 dei 18 indagati, tra cui anche assessori e tecnici comunali
belvedere marittimo, inchiesta appalti massoneria, Cosenza, Politica
Il comune di Belvedere Marittimo

Continua a suscitare reazioni politiche l’inchiesta su appalti e massoneria sull’Alto Tirreno cosentino. Giorni fa, i carabinieri della Compagnia di Scalea hanno eseguito nuove perquisizioni a carico di 11 dei 18 indagati, tra cui anche assessori e tecnici comunali. Il gruppo politico “BelvedereCambiaverso” è intervenuto sull’inchiesta che vede indagati la responsabile dell’ufficio tecnico di Belvedere Marittimo, Paola Di Stio e gli assessori Vincenzo Cristofaro e Marco Liporace. Alcuni giorni fa, il sindaco Vincenzo Cascini aveva risposto al segretario del Pd, Ugo Massimilla spiegando che bisogna rispettare «la presunzione di innocenza». Su questo replica pure il gruppo “BelvedereCambiaverso” che «ritiene opportuno che gli assessori rinuncino temporaneamente alle deleghe loro conferite dal sindaco, che la responsabile dell’Ufficio tecnico sia impiegata in un settore diverso dai lavori pubblici». Intanto, il gruppo consiliare “Belvedere città Futura” chiede la convocazione del Consiglio comunale con richiesta formale inviata al presidente del civico consesso, Vincenzo Carrozzino.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook