Domenica, 28 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Cetraro, Gabriella Luciani passa a Forza Italia
LA SCELTA

Cetraro, Gabriella Luciani passa a Forza Italia

di
In una nota, ha chiarito le motivazioni alla base di questa decisione e ha, nel contempo, risposto ad alcune dichiarazioni in merito fatte nei giorni scorsi da esponenti del movimento Area democratica.

Dopo i rumors di questi giorni, Gabriella Luciani, consigliere comunale indipendente, di opposizione, nonché presidente del Flag “La Perla del Tirreno”, anticipa il suo prossimo passaggio in Forza Italia. In una nota, ha chiarito le motivazioni alla base di questa decisione e ha, nel contempo, risposto ad alcune dichiarazioni in merito fatte nei giorni scorsi da esponenti del movimento Area democratica.

“Proseguirò con trasparenza e lealtà, come ho sempre fatto - ha scritto la Luciani - Ognuno nasce con una formazione politica diversa. Così com’è cosa certa che nell’odierna politica i sudditi non esistono più e c’è ancora libertà di pensiero e di scelta. Fatte queste premesse, ribadisco, per chi ancora non sa interpretare la politica o per chi “la politica la interpreta a uso e consumo proprio”, che il mio impegno politico nasce nella società civile e vive per pura passione”. “Non ho mai amato i grafici sociali o le migrazioni strategiche tra partiti - ha aggiunto - Amo la coerenza. E in politica è importante, così come la correttezza di essere lineare nella vita amministrativa.

Le “trasfusioni politiche” appartengono ad altri, non certo a me, che fino a oggi non ho abbracciato alcuno schieramento. Solo ora mi sto avvicinando a Forza Italia. Ho già partecipato alla prima riunione del partito e molto probabilmente a breve ufficializzerò la mia adesione. Semplice coerenza e correttezza e non a caso durante nelle scorse amministrative mi sono ricandidata con lo stesso sindaco, senza cedere a facili tentazioni o andare a caccia di poltrone! Pure nell’ultima assise comunale ho votato secondo coscienza e non potevo disconoscere un consuntivo che riguardava la mia amministrazione; non potevo sconfessare il piano triennale dei lavori pubblici frutto della mia azione politica. Dunque, prima di utilizzare qualsiasi aggettivo – in maniera diretta o indiretta – verso la mia persona, riguardate un po’ la vostra storia e fatevi un esame di coscienza. Ho cose più serie a cui pensare”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook