Giovedì, 26 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Corigliano Rossano, le grandi città nate dalla fusione vanno supportare ancora meglio
ORDINE DEL GIORNO

Corigliano Rossano, le grandi città nate dalla fusione vanno supportare ancora meglio

di
Ne è convinta la deputata dei Cinque Stelle Elisa Scutellà

La fusione dei due ex comuni ausonico e bizantino che ha portato alla nascita della nuova città di Corigliano-Rossano, a parte le anacronistiche prese di posizione di coloro che vorrebbero tornare alle due originarie città separate, è unanimemente riconosciuta come una grande occasione di sviluppo della città che ha assunto dimensioni tali da ottenere la presenza di quei presidi ed istituti che toccano alle città di quella grandezza e dell’intero territorio. Ma anche una opportunità dal punto di vista dei contributi statali straordinari previsti per i comuni che hanno dato vita al progetto di fondersi in modo da semplificare ogni aspetto della vita amministrativa comunale. A questo proposito già dalla nascita della nuova città da più parti è stato fatto notare come il contributo statale per far fronte all’ordinaria amministrazione del nuovo comune non possa essere uguale ad altre realtà di piccole dimensioni. E proprio su questo aspetto è stato incentrato l’ordine del giorno al Decreto Legislativo 267/2000 presentato dalla portavoce del Movimento Cinque Stelle alla Camera dei Deputati, Elisa Scutellà, approvato dall’assemblea di Palazzo Montecitorio.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook