Venerdì, 12 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Comune di Cosenza, aumento delle indennità. La Ugl chiede un passo indietro
LA POLEMICA

Comune di Cosenza, aumento delle indennità. La Ugl chiede un passo indietro

di
La legge di bilancio stabilisce nuovi compensi per i componenti della giunta comunale
Cosenza, Politica
Il sindaco Franz Caruso

I soldi. Il dissesto finanziario dell’Ente, le casse vuote di Palazzo dei Bruzi, la crisi economica che investe le famiglie fanno da corollario alle polemiche sorte intorno all’aumento delle indennità previsto a favore delle rappresentanze politico-amministrative cittadine. I componenti della giunta e il presidente del consiglio comunale riceveranno un sussidio economico maggiore che in passato. È l’effetto di un orientamento normativo nazionale che, però, ha innescato una serie di reazioni. Facile, visto il tema, scivolare nel cosiddetto populismo anche se gli spunti di riflessione non mancano. La più sdegnata reazione è dell’Ugl che chiede al sindaco Franz Caruso e all’esecutivo di «rinunciare agli aumenti considerate le difficoltà economiche in cui si dibatte la cittadinanza» inseguita dai pagamenti di tassi e balzelli (non ultima la Tari). Ma quali sono le variazioni delle indennità rideterminate negli ultimi mesi? Eccole, secondo l’Ugl: il sindaco passa dai 4.700 euro percepiti mensilmente nel 2021 ai 6.826 nel 2022, 8.011 nel 2023 e 9.660 nel 2024. Il vicesindaco, dai 3.500 euro del 20121, riceverà nel 2022 5.120 euro, 6.008 nel 2023, e dal 2024, 7.245. Per assessori e presidente del Consiglio l’indennità era di circa 2.800 euro. Passerà a 4.096 euro nel 2022, salirà a 4.806 nel 2023 e a 5.796 nel 2024.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Cosenza 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook