Giovedì, 09 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Bandi copia e incolla a Vibo, dopo Rende è il turno di Guidonia
COMUNE

Bandi copia e incolla a Vibo, dopo Rende è il turno di Guidonia

di
Ancora un “errore” tra i provvedimenti della dirigente comunale che avrebbe dovuto occuparsi dell’avviso per il garante delle disabilità
Cosenza, Politica
Adriana Teti

Dal modello Rende al modello Guidonia. Il “copia e incolla” corre veloce e dalle parti di palazzo “Luigi Razza” i riproduttori, forse gravati dalla quantità di informazioni da scopiazzare qua e là, talvolta dimenticano di cancellare il superfluo, rendendo pubblico il pastrocchio.
Ieri si è vissuta una nuova pagina dell’esilarante commedia che ancora una volta esalta la creatività degli uffici. E se quattro anni addietro, il copia e incolla, senza nemmeno depennare le virgole, era stato fatto per il regolamento relativo agli impianti pubblicitari, con città “modello”, quella sede dell’Università della Calabria, questa volta i “copisti” hanno varcato i confini calabresi e si sono spinti fino a Guidonia Montecelio, un comune che rientra nella sfera della città metropolitana di Roma, per adottare la determina di pubblicazione dell’Avviso pubblico per la nomina del Garante per la disabilità. Avviso pubblico firmato non dalla dirigente Adriana Teti, ma addirittura dalla dottoressa Carola Pasquali, Dirigente del comune laziale. E attenzione, anche la Pec, per coloro i quali intendessero candidarsi, non è da inviare a “palazzo Luigi Razza”, ma a Guidonia, per l’esattezza, si può spedire il messaggio a [email protected] Insomma, un capolavoro inimitabile, degno di una burocrazia e di dipendenti che non solo si mostrano inadeguati, con errori in serie e correzioni con tanto di cancellatura (naturalmente anche ieri in serata l’avviso era magicamente “scomparso” e sostituito) in rosso sull’albo pretorio, ma copiano e cancellano male. Un tempo, infatti, era buona abitudine, qualora fosse necessario ricorrere alla copiatura di un testo, di farlo quantomeno in modo corretto. In piazza Martiri d’Ungheria, invece, nemmeno questo. E gli esempi sono numerosi. Perché nella speciale classifica, oltre che Guidonia e Rende, figura pure Monopoli, la città pugliese assunta a modello, anni addietro, per la copiatura del Dup.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook