Venerdì, 16 Novembre 2018
SERIE B

Per il Cosenza solo un pari con la capolista Pescara

di
Cosenza, Calabria, Sport
Braglia

Cosenza-Pescara 1-1

Marcatori: 44’ pt Maniero, 43’ st Crecco.

Cosenza: Cerofolini 5, Corsi 5,5, Dermaku 6,5, Idda 6,5, Legittimo 6,5, Verna 5,5 (29’ st Garritanosv), Palmiero6, Mungo 5,5, Baez 6,5 (41’ st Pascalisv), Tutino 5,5, Maniero 7 (29’ st Bacletsv). All.: Braglia 6,5.

Pescara: Fiorillo 5, Ciofani 5,5 (34’ st Creccosv), Gravillon 6, Campagnaro 6, Balzano 5,5, Memushaj 5,5, Machin 6,5,Brugman 6, Marras 6 (20’ st Del Sole 5,5), Mancuso 5,5, Antonucci 6,5 (1’ st Monachello 5,5). All.: Pillon 6.

Arbitro: Guccini di Albano Laziale 5.

Spettatori: 7.008 (74.690 euro).

Ammoniti: Baez, Tutino, Ciofani, Gravillon, Balzano. Angoli: 2-5. Recupero: 1’; 5’.

La maledizione del portiere si abbatte nuovamente sul Cosenza, ma i rossoblù non digeriscono la direzione arbitrale.

Ancora una volta un’incertezza del guardiano dei pali (stavolta Cerofolini e non Saracco) costa due punti ai rossoblù, che impattano 1-1 contro la capolista Pescara.

Una gara strana, dominata all’inizio dagli ospiti e poi condotta per ampi tratti dal Cosenza, passato anche in vantaggio con Maniero, prima dello strambo pareggio finale degli abruzzesi complice una presa incerta di Cerofolini.

La palla, stando a quanto decretato dall’arbitro Guccini di Albano Laziale, su ispirazione del guardalinee Robilotta di Sala Consilina, varca la linea. Ma i dubbi restano. Così come non convince la scelta di non fischiare il rigore nel primo tempo sul fallo di mano di Balzano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X