Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Cosenza, Bepi Pillon nuovo allenatore: "L'organico è molto valido"
SERIE B

Cosenza, Bepi Pillon nuovo allenatore: "L'organico è molto valido"

Dopo l'esonero di Braglia il Cosenza Calcio ha affidato l’incarico di allenatore a Giuseppe Pillon, detto Bepi. Il tecnico, nato a Preganziol (TV) l’8 febbraio 1956, detiene con Alberto Zaccheroni, tra l’altro ex allenatore rossoblù, l’invidiabile record di aver conseguito tre promozioni consecutive alla guida del Treviso portando il club veneto, tra il 1994 e il 1997, dalla Serie D alla Serie B. Pillon ha firmato un contratto che lo legherà al club rossoblù fino al termine della stagione. 

Dopo aver collezionato esperienze sulle panchine di Padova, Genoa, Lumezzane e Pistoiese viene chiamato dall’Ascoli dove, al termine della stagione 2001/2002 ottiene il salto di categoria nella serie cadetta. Tornato al timone del Treviso nell’autunno del 2004 centra un’altra promozione, questa volta in massima serie.

Nella stagione successiva raggiunge l’apice della sua carriera alla guida del ChievoVerona ottenendo una storica qualificazione ai preliminari di Champions League. Altre squadre allenate da Pillon sono, in ordine cronologico, Bari, Livorno, Empoli, Reggina, Carpi, Pisa, Padova, Alessandria, e, in ultimo, Pescara. Salito in sella per il rush finale della stagione 2017/2018, contribuisce alla salvezza matematica degli abruzzesi venendo riconfermato in vista dell’annata successiva, conclusa con l’approdo alla semifinale playoff, persa con l’Hellas Verona.

"Ho accettato la sfida - ha detto il tecnico trevigiano durante la conferenza stampa di presentazione che si è svolta subito dopo avere diretto il suo primo allenamento con i rossoblù - perchè sono convinto che l’organico è valido. Mi dispiace per Braglia, ci conosciamo da anni, ma il calcio è questo. Non posso pretendere di avere tempo per impostare il mio tipo di calcio. Comincerò in modo molto pragmatico".

"E con il modulo 4-3-3 - ha annunciato Pillon - mi aspetto molto da alcuni giocatori e in particolare da uno come Kanoutè, che ho già avuto con me. Potrebbe diventare l’arma in più del Cosenza se saprà essere più continuo".

Con Pillon c'erano il presidente Eugenio Guarascio e il diesse Trinchera. Sabato l’esordio a Livorno, contro una delle tante sue ex squadre. Uno scontro diretto in chiave salvezza.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook