Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Cosenza, col Venezia serve l'urlo del “Marulla” per scacciare i cattivi pensieri

Rossoblù chiamati a riprendere la marcia salvezza interrotta nel turno precedente sul campo del Brescia. Viali: «Unire al gioco le nostre forti motivazioni. Il pubblico ci aiuterà»

Marras è tornato

Cerca il rilancio questo pomeriggio il Cosenza. La formazione rossoblù deve immediatamente cancellare la sconfitta di Brescia. In questo momento così particolare della stagione e considerata la condizione in classifica, che vede i rossoblù al quartultimo posto a causa della classifica avulsa maturata contro i bresciani e il Cittadella, i silani non hanno alternative alla vittoria con il Venezia per tentare di raggiungere la salvezza diretta senza passaggio per i playout.
Di fronte però Vaisanen e compagni incontreranno una delle squadre più in forma del campionato e in piena bagarre playoff dopo una stagione ricca di sofferenze in seguito alla retrocessione dalla Serie A.
La posta in palio questo pomeriggio al “Marulla” è altissima anche per la formazione di Paolo Vanoli. Viali però ha le idee chiare e lo ha dimostrato ieri mattina quando si è presentato in sala stampa per analizzare il confronto odierno: «Voglio vedere un Cosenza con una fame superiore a quanta ne ha avuto finora», ha detto l’allenatore lombardo senza troppi giri di parole.
«Siamo consapevoli del percorso compiuto e del lavoro che ci è costato per essere qui, non possiamo credere di svoltare senza passare dal gioco perché questa squadra – ha poi continuato –, per conformazione, è capace di finalizzare soltanto attraverso le idee. Incontreremo squadre con un appetito altissimo perché sono in corsa per i rispettivi obiettivi ma noi dobbiamo meritare la nostra salvezza e faremo di tutto per rendere i nostri tifosi orgogliosi di noi. Vogliamo rappresentare nel modo più degno possibile la città. Le motivazioni dei ragazzi sono altissime. Tutti meriterebbero di partire dal primo minuto, al di là di chi lo fa effettivamente. Per approcciare nella maniera giusta alla gara dovremo essere liberi di testa. Soltanto così possiamo compiere qualcosa di eccezionale e risultare trascinanti e performanti. Il pubblico del “Marulla” ci darà una grossa mano».
Il tecnico ha poi commentato brevemente le parole pronunciate dal presidente Eugenio Guarascio nelle scorse ore (il patron silano ha parlato di riconferme in blocco per lo staff in caso di salvezza, ndc): «Fa piacere aver ascoltato quelle frasi. Sono parole importanti, soprattutto perché arrivate dopo una sconfitta. Adesso però sta a noi raggiungere il nostro scopo».
Viali ha poi coccolato Marras: «Sappiamo sia un giocatore indispensabile per noi. Sposta gli equilibri, inoltre si fa sentire in campo anche sotto il piano temperamentale. È un martello durante tutta la settimana, fino alla partita».
Il Venezia è un avversario parecchio scorbutico: «Ha una cilindrata diversa dalla nostra, di questo dobbiamo essere tutti consapevoli. Dovremo però essere bravi a pareggiare la cifra tecnica, fisica e qualitativa attraverso le nostre caratteristiche. Produce molto in zona offensiva, ha il capocannoniere del campionato ma noi dobbiamo restare mentalmente concentrati sul nostro obiettivo. In quei frangenti in cui la partita sarà a nostro favore dovremo possedere quel cinismo che ci è mancato a Brescia».

Digital Edition
Dalla Gazzetta del Sud in edicola

Scopri di più nell’edizione digitale

Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale.

Leggi l’edizione digitale
Edizione Digitale

Caricamento commenti

Commenta la notizia