Venerdì, 30 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Cosenza, cittadini esausti: "Al sindaco diciamo, hai voluto la movida e ora pulisci!"

Cosenza, cittadini esausti: "Al sindaco diciamo, hai voluto la movida e ora pulisci!"

Il Comitato via Roma, piazza Cappello, Santa Teresa denuncia ancora una volta le condizioni in cui tanti cittadini sono costretti a vivere. Tra sporcizia, caos, traffico e movida selvaggia, la misura è colma. Nello scorso fine settimana (come in ogni week end lungo), con una pandemia in corso - scrivono in una nota - siamo stati accerchiati da migliaia di persone che si sono riversate su via Roma, piazza Cappello, Santa Teresa, via Alimena, piazza Scura e traverse relative, per aperitivi, musica e divertimenti vari dalle 13 fino alle 21.

Gente senza mascherina che ha occupato marciapiedi e piazze, rendendo difficile per noi poter transitare nelle suddette vie a causa del non rispetto delle norme: gli avventori, infatti, non indossavano la mascherina e non rispettavano le distanze. Questo lo scenario: musica alta, traffico alle stelle, auto parcheggiate sui marciapiedi a via Roma di fronte alla statua di Ciardullo, un’infinità di bottiglie e altri rifiuti sparsi in tutta la zona, giovani semi ubriachi che urinavano in pieno giorno sui muri e noi costretti a stare dentro per non incorrere in pericoli derivanti dalla loro maleducazione. Prigionieri in casa e quando finalmente se ne sono andati, a tarda sera, abbiamo anche dovuto subire le conseguenze della loro movida, cioè rifiuti ovunque.

Non riusciamo a capire perché nessuno intervenga a regolamentare la movida in piena pandemia, con la polizia vicina che non può non sentire/vedere cosa avviene. Vorremmo anche capire perché loro possono non indossare la mascherina, parcheggiare sui marciapiedi e lasciare discariche su piazze e vie. Immaginiamo e siamo certi che la movida non possa essere “toccata”, altrimenti non ci spiegheremmo tanto lassismo. Quanti interessi in gioco ci sono? Ma a noi residenti non pensa nessuno? Siamo stanchi e non sappiamo come potremmo reagire, provati dalla pandemia, dai disagi che viviamo da anni e anni. Sindaco, questura, prefetto non potete fare finta di niente!

E, infine, al sindaco vorremmo dire: “Hai voluto la movida e ora pulisci!”.

Vi invitiamo a guardare le foto che vi alleghiamo per farvi un’idea dell’inferno in cui siamo costretti a vivere. E poi ci inviano le bollette della spazzatura!

Si prendano provvedimenti prima che si decida di prenderli noi.

Il Comitato via Roma, piazza Cappello, Santa Teresa

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook