Venerdì, 30 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Spettacolare manovra area a Cosenza sul monte Caccia, escursionista salvato con un "hovering"

Spettacolare manovra area a Cosenza sul monte Caccia, escursionista salvato con un "hovering"

di

Si è buttato giù dall’elicottero in volo per portare soccorso a un escursionista ferito. La manovra effettuata dall’anestesista rianimatore della sanità dell’aria del 118, Pasquale Gagliardi, e dal pilota dell’elicottero Andrea Chiarello nel linguaggio tecnico è definita “hovering”. Nella realtà, invece, si avvicina a un’azione militare di estrema precisione che richiede non solo una buona dose di coraggio ma anche affiatamento, training formativo e esperienza. E' quanto accaduto venerdì, come da noi raccontato ieri.
C’era da soccorrere un escursionista sul monte Caccia, a circa 1.400 metri, nel comprensorio di Belvedere, in provincia di Cosenza. Il giovane era finito in una scarpata e aveva una gamba fratturata. Benché la linea del cellulare avesse poco campo era riuscito a chiedere aiuto. Così, visto il luogo impervio e poco raggiungibile dalla strada, dall’aviosuperficie di contrada Cannuzze, a Cosenza, s’è alzato in volo l’elicottero del 118 (con a bordo oltre ai già citati Andrea Chiarello e Pasquale Gagliardi, anche il tecnico Giovanni Di Carluccio e l’infermiere Silvio Giordano).
Non c’era spazio per atterrare. Un bel problema da affrontare considerato, pure, che il tempo non era un buon alleato: di lì a poco non ci sarebbe stata più luce e il velivolo sarebbe dovuto tornare alla base. In pochi minuti gli incursori della sanità dell’aria del 118 hanno preso la decisione di tentare, per la prima volta in Calabria, la manovra: il famigerato “hovering”. Il velivolo s’è avvicinato il più possibile a uno spuntone e - da sottolineare la precisione del pilota – con una manovra chirurgica ha dato la possibilità al medico di buttarsi giù, come un incursore dei marines, da quasi due metri d’altezza. L'uomo è atterrato su una superficie di poco più d’un metro ed è rimasto in attesa che le squadre di soccorso portassero su il ferito. Prestate le prime cure sia l’escursionista che il medico si sono preparati a compiere l’ennesima delicata manovra. Anche il ferito, quindi, è stato trasferito in hovering sull’elicottero fermo a mezz’aria. Imbarcato anche il medico il velivolo è ripartito alla volta dell’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook