Mercoledì, 21 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Coronavirus a Cetraro, Psi e Forza Italia chiedono al sindaco di chiudere le scuole

Coronavirus a Cetraro, Psi e Forza Italia chiedono al sindaco di chiudere le scuole

di

Il Psi di Cetraro, forza politica di opposizione, e Forza Italia, forza politica di maggioranza, intervengono, con due note distinte, per esprimere preoccupazione relativamente alla situazione nelle scuole cittadine, chiedendo al sindaco, Ermanno Cennamo, di valutarne anche la chiusura, soprattutto dopo l’improvvisa sanificazione del plesso “Giuseppe Militerni” avvenuta nella giornata di martedì, presumibilmente per il contagio di una collaboratrice scolastica.

“La tutela degli alunni, del personale scolastico e delle famiglie deve essere al primo posto - scrive infatti, il Psi nella sua nota - La preoccupazione creata dal continuo incremento del contagio nella nostra regione deve indurre il sindaco e l’amministrazione comunale a un ulteriore sforzo per contrastare il contagio e sgomberare il campo dalle apprensioni del personale scolastico, degli alunni e dei genitori, alimentate anche dalla repentina decisione di procedere alla sanificazione del solo edificio Militerni, senza tuttavia averne fornito le adeguate motivazioni”. Pertanto, i socialisti cetraresi, tenuto conto anche della particolarità del momento, ritengono “che l’amministrazione comunale faccia un ulteriore approfondimento sulle condizioni di “sicurezza anticovid” delle scuole di competenza, valutando anche, come estrema ratio, la possibilità di una temporanea chiusura delle stesse, in attesa di raccogliere gli esiti dei tracciamenti”. Questo, “Considerato anche che preoccupazioni pressoché analoghe sono state espresse anche da forze politiche di maggioranza. Crediamo doveroso, quindi, per l’amministrazione comunale dare risposte certe al personale scolastico, agli alunni e alle loro famiglie, liberando il campo da ansie e preoccupazioni di ogni genere”.

Il riferimento alle forze politiche di maggioranza è rivolto al locale circolo di Forza Italia, che, a sua volta, dopo una video-riunione straordinaria avente a oggetto la crisi pandemica ha deciso di chiedere ai suoi rappresentanti politici in seno al consiglio comunale, vale a dire l'assessore Tommaso Cesareo e le consigliere Cristina Forestiero e Giovanna Esposito, di domandare al sindaco, “per mero spirito di collaborazione con l'attività dell’attuale giunta, di valutare la chiusura provvisoria delle scuole, in attesa dell'espletamento di un tracciamento del virus”. La richiesta dei forzisti scaturisce “da un'azione che vuole essere a tutela degli studenti e delle rispettive famiglie nonché per l'intera comunità e la stessa dovrebbe essere presa in considerazione in maniera più significativa visto l’aumento dei contagi e visto anche il periodo "festivo" appena trascorso, che ha visto aggregazioni tra nuclei familiari ed extra - familiari. Apprendiamo inoltre che altri comuni hanno già disposto la chiusura provvisoria proprio a tutela della comunità studentesca”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook