Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Unical, concluso il 1° ciclo della scuola di specializzazione in professioni legali. Ecco il nuovo bando

Unical, concluso il 1° ciclo della scuola di specializzazione in professioni legali. Ecco il nuovo bando

Si è svolta nell’aula Sorrentino del Dipartimento di Scienze giuridiche e Aziendali dell’Università della Calabria la prova finale del primo ciclo di specializzandi della Scuola di specializzazione in professioni legali “Fausto Gullo”. La Scuola, diretta dalla professoressa Giovanna Chiappetta, dal direttore amministrativo, avvocato Diego D’Amico con quali componenti del direttivo Fabrizio Luciani, Maristella Amisano, Claudio Di Turi, Alessandro Diddi, Giulio Nardo, i magistrati Mario Spagnuolo e Biagio Politano, gli avvocati Vittorio Gallucci, Franco Sammarco e Anna Calvelli e il notaio Stefano Camilleri, già nel primo biennio si è dimostrata attivissima, coinvolgendo giuristi italiani ed internazionali di chiara fama. È destinata alla formazione professionale dei laureati in giurisprudenza che intendano svolgere le attività di magistrato, avvocato e notaio. Il diploma di specializzazione, che viene conseguito col superamento di una prova finale scritta ed orale costituisce uno dei titoli che consentono di presentarsi al concorso per accedere alla Magistratura in base al d.lgs. n. 160 del 2006, così come modificato dalla legge 30 luglio 2007, n. 111. Inoltre, il Decreto del Ministro della Giustizia dell’11 dicembre 2001, n. 475 (G.U. n. 25 del 30 gennaio 2002) ha stabilito che il diploma di specializzazione è valutato ai fini del compimento del periodo di pratica per l’accesso alle professioni di avvocato e notaio per il periodo di un anno. In base a quanto previsto dall’art. 2 del D.Lgs. 160 del 2006, il numero dei laureati da ammettere alle Scuole di specializzazione per le professioni legali è determinato, fermo quanto previsto nel comma 5 dell’articolo 16 del decreto legislativo 17 novembre 1997, n. 398, in misura non superiore a dieci volte il maggior numero dei posti considerati negli ultimi tre bandi di concorso per uditore giudiziario. La durata della Scuola è biennale ed è a numero chiuso. Si accede superando un concorso per titoli ed esame.

Scarica il nuovo bando con scadenza 11 ottobre

 

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook