Giovedì, 28 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca La tragedia di Rende in cui morirono 4 ragazzi: condannato a 6 anni e 8 mesi per omicidio stradale

La tragedia di Rende in cui morirono 4 ragazzi: condannato a 6 anni e 8 mesi per omicidio stradale

di

Sei anni e otto mesi di reclusione: è la pena inflitta dal Gup di Cosenza, in sede di rito abbreviato, a Caspar Salerno, 33 anni, accusato di omicidio stradale. L'uomo, la notte di sabato 6 ottobre 2019, investì con l'auto di cui era alla guida una vettura con tre diciannovenni e un diciassettenne, compagni di scuola, amici da sempre, che procedeva in senso inverso. I quattro ragazzi morirono sul colpo e l'uomo, che si trovava insieme con la fidanzata, rimase gravemente ferito. La tragedia avvenne sulla Superstrada 107 in territorio di Rende. Le vittime si chiamavano Alessandro Algieri, Mario Chiappetta e Paolo Iantorno, tutti di 19 anni, e  Federico Lentini, di 17. La Citroen C3 condotta da Salerno procedeva a 120 chilometri orari, in violazione del limite di “50” indicato nella zona dalla segnaletica verticale e il trentatreenne risultò positivo all'alcol test. L'imputato, condannato oggi, venne successivamente arrestato per ordine della Procura di Cosenza. Del caso si è occupato il pm Giuseppe Visconti sotto il coordinamento del procuratore Mario Spagnuolo. Caspar Salerno è stato difeso dall'avvocato Filippo Cinnante.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook