Domenica, 22 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Giovane donna travolta e uccisa da un trattore guidato dal padre nel Cosentino

Giovane donna travolta e uccisa da un trattore guidato dal padre nel Cosentino

di

Una tragedia immane. Una giovane, di appena 25 anni, M. V., è morta travolta da un mezzo agricolo utilizzato per la raccolta di patate. L’incidente è avvenuto in Sila, in contrada Fiego, al confine tra i comuni di Pedace e Aprigliano, nel Cosentino. Sul posto sono giunti i carabinieri, i sanitari del 118 e i vigili del fuoco. Ma, purtroppo, per la giovane non c’è stato nulla da fare.

La vicenda

Da una prima sommaria ricostruzione dei fatti, è emerso che la ragazza stava lavorando nei terreni del podere di famiglia, quando è stata travolta dal trattore che guidava suo padre immediatamente soccorso perché in stato di shock. Immediatamente sono stati allertati il 118 e le forze dell’ordine. Sul luogo della tragedia è arrivata pure una squadra dei vigili del fuoco del comando di Cosenza che hanno poi provveduto alla messa in sicurezza del mezzo agricolo. Il trattore sarà sequestrato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrà accertare l’esatta dinamica del terribile incidente. I carabinieri del comando stazione di Aprigliano, appena giunti sul posto, hanno infatti avviato tutti gli accertamenti previsti. Del caso è stata subito informata la Procura di Cosenza e il pm di turno. Dopo l’arrivo del medico legale e l’autorizzazione del magistrato, è stato possibile rimuovere la salma. In corso accertamenti per accertare con esattezza la dinamica. Il terribile incidente ha spezzato una giovane vita, quella di una ragazza che stava trascorrendo la domenica a lavorare nei campi aiutando la sua famiglia. La notizia del tragico incidente di Fiego ha lasciato sotto shock tutta la Presila e le comunità di Pedace e Aprigliano dove la giovane era conosciuta così come la sua famiglia. Un dolore immane si è diffuso pure sui Social che sono stati inondati di messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia, persone oneste e grandi lavoratori dediti all’impegno e al sacrificio. Il sindaco e l’amministrazione comunale di Aprigliano si sono stretti attorno ai familiari della ragazza: «Una vita spezzata in un tragico incidente che sconvolge un’intera comunità».
Il Cosentino piange l’ennesima morte sul lavoro in una domenica nefasta. In mattinata un 51enne è morto a Lattarico stroncato da un infarto mentre stava raccogliendo le olive in un terreno. Due morti premature e due tragedie diverse ma unite dallo stesso dolore. mi. mo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook