Lunedì, 28 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Cosenza, il sindaco all'Open Day antiracket: “Contrasteremo chi condiziona”

Cosenza, il sindaco all'Open Day antiracket: “Contrasteremo chi condiziona”

Il sindaco di Cosenza, Franz Caruso, accompagnato dall’assessore comunale alle attività istituzionali ed alla legalità, Veronica Buffone e dal presidente della commissione consiliare Legalità, Chiara Penna, ha partecipato questa mattina all’open day organizzato dallo sportello di assistenza antiracket e antiusura di Cosenza svoltosi presso la Cittadella del Volontariato in via degli stadi, a cura dell’associazione antiracket Lucio Ferrami. L’iniziativa è delle associazioni antiracket ed antiusura calabresi consorziate nel progetto “Mani Libere”, sostenuto dal Ministro dell’Interno attraverso il PON Legalità.

“La mia Amministrazione ha le mani libere – ha affermato il sindaco Franz Caruso, prendendo la parola nel corso della manifestazione -. Io ho le mani libere. Contrasteremo, pertanto, per quanto di nostra responsabilità, ogni fenomeno che inquina e condiziona la vita pubblica e lo sviluppo economico e sociale della nostra città. Saluto, pertanto, con estrema soddisfazione l’apertura di questo sportello di assistenza antiracket e antiusura a Cosenza, che dovrà diventare un punto di riferimento per tutti coloro che si trovano a vivere questa condizione drammatica di vittime della criminalità, organizzata e non. Perché è vero che a Cosenza si vive una situazione un po’ più tranquilla rispetto al resto del territorio calabrese, ma tutti sappiamo che ci sono presenze che inquinano la vita cittadina, che noi dobbiamo, insieme, contrastare, ponendo in essere quelle attività che devono servire a dare sicurezza alla comunità. Questo sportello, dunque, dovrà rappresentare un punto di riferimento certo per l’assistenza legale, psicologica, finanziaria ed economica del cittadino. Un servizio gratuito, che si svolge grazie all’opera di quei volontari che rappresentano una risorsa di inestimabile valore della nostra città e della nostra regione. Sostenendo questa iniziativa, tutti quanti insieme dobbiamo evitare – ha proseguito Franz Caruso - che in futuro ci possano essere delitti impuniti, com’è stato in passato. Tutti ricordiamo quel periodo storico che ha vissuto la nostra città, durante il quale la criminalità ha segnato profondamente la vita civile cosentina, con omicidi e scorribande legati al controllo del territorio. Oggi, grazie all’azione delle forze dell’ordine, grazie alla magistratura, ma anche grazie alla sensibilità diversa dei cittadini, questo fenomeno pare, anche forse per contingenze storiche ed economiche, un poco emarginato. Ciò non significa, però, che si possa abbassare la guardia. Il Comune di Cosenza, la mia amministrazione – ha concluso il primo cittadino rivolgendosi ai responsabili delle associazioni antiracket ed antiusura calabresi presenti – sono, dunque, a vostra disposizione per portare avanti queste battaglie. L’ho detto più volte. Il mio progetto amministrativo si basa su tre valori che voglio sempre ricordare alla città: legalità, trasparenza e solidarietà. In questa vostra iniziativa io vedo racchiusi tutti e tre questi valori. Per cui io ci sono, il Comune è accanto a voi per contribuire a tutelare e difendere la libertà di tutti i cittadini”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook