Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Corigliano Rossano, l'alluvione del 2015 non ha insegnato nulla

Corigliano Rossano, l'alluvione del 2015 non ha insegnato nulla

di

Arrivano le prime piogge e con esse le immagini tragiche della devastazione delle Marche. Fotogrammi non molto differenti dell’alluvione del 2015 che ha colpito in piena estate Corigliano Rossano. Un miracolo è stato come tra devastazione e fango la città non abbia contato alcun morto o ferito. Ma a distanza di 7 anni ogni volta che inizia a piovere si vive in uno stato di apprensione. Ciò che continua a mancare è una seria programmazione di manutenzione degli alvei di fiumi , torrenti e non solo. Perché anche i fossi di scolo e le semplici cunette a monte presentano insidie. Se si parla dei torrenti nelle scorse settimane alcuni organi competenti hanno parlato che in alcuni casi c’è addirittura da sradicare veri e propri arbusti nati e cresciuti nell'alveo, mentre c’è sempre da rinforzare gli argini o ripararli in alcuni punti. Di recente sono giunte segnalazioni anche delle condizioni del tratto collinare di contrada Gallina a Rossano dove gli arbusti sono cresciuti a dismisura lungo la strada, di competenza provinciale, fino anche a non rendere la libera la vista agli automobilisti, anche se quello che fa specie è la condizioni delle cunette di deflusso delle acque, ostruite in più punti che ad ogni pioggia fanno straripare sul manto stradale detriti di ogni genere oltre a formare pericolosi “tappi”.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook