Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Arcidiocesi Cosenza, Vaticano al lavoro per individuare il successore di Nolè: c'è anche Caiazzo

Arcidiocesi Cosenza, Vaticano al lavoro per individuare il successore di Nolè: c'è anche Caiazzo

di

Una difficile successione. Il Vaticano deve fare i conti con la scelta del nuovo arcivescovo di Cosenza-Bisignano: la prematura scomparsa di Francescantonio Nolè rende vacante una delle sedi diocesane più importanti della regione.
Da Roma, per il momento, è stato inviato come amministratore apostolico il vescovo emerito di Terni-Narni e Amelia, monsignor Giuseppe Piemontese, frate conventuale, una figura affine a quella del defunto Nolè, che era a sua volta succeduto al presidente della Conferenza episcopale calabra, Salvatore Nunnari andato a riposo per raggiunti limiti di età.
E proprio la provincia bruzia conta su una delle figure di maggior spicco in campo episcopale, Francesco Savino, attuale presule della diocesi di Cassano e da poco eletto vice presidente della Conferenza episcopale italiana con delega al Mezzogiorno. Savino potrebbe essere uno dei naturali candidati alla guida della comunità cattolica cosentina. Si tratta di un religioso di origine pugliese molto impegnato nel sociale e, di recente, coordinatore di una delle missioni di solidarietà organizzate in Ucraina a favore della popolazione oppressa dalla guerra.
Tra i nomi circolati in queste ore vi è pure quello di monsignor Pino Caiazzo, arcivescovo di Matera, originario di Crotone dove è stato a lungo parroco. Infine una indiscrezione sentita con insistenza riguarda monsignor Santo Marcianò, arcivescovo militare per l’Italia dal 2013, giunto alla fine del secondo mandato.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook