Mercoledì, 08 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Diamante, distrutti dalle fiamme tre bus della ditta Preite. Nuovo attacco della criminalità

Diamante, distrutti dalle fiamme tre bus della ditta Preite. Nuovo attacco della criminalità

di

Una escalation di attentati. Il Tirreno cosentino subisce l'attacco della criminalità: tre bus dell'azienda di trasporti Preite sono stati incendiati la scorsa notte nel parcheggio della ditta che serve tutta quell'area della Calabria settentrionale. È solo l'ultimo grave atto compiuto contro imprenditori e professionisti operanti nella zona compresa tra Guardia Piemontese e Scalea. A Cetraro era sta nei mesi scorsi incendiata l'imbarcazione di un noto medico locale ormeggiata nel porto; a Belvedere è stata invece fatta esplodere una bomba nei locali del Tirrenium Hospital importante struttura sanitaria privata. Prim'ancora agguati e sparatorie e persino intimidazioni al comandante dei carabinieri di Cetraro.

Una azienda tra le più importanti

La ditta di autotrasporti Preite è una delle più importanti nell'area del Cosentino ed è titolare di numerose autolinee che collegano i comuni dell' hinterland di Cosenza con il capoluogo stesso, tutti i comuni della costa tirrenica cosentina fra di loro, con il capoluogo e con l'aeroporto di Lamezia Terme. Effettua anche collegamenti fra il tirreno cosentino e l'Università della Calabria

Il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, ha convocato un incontro con i sindaci del Tirreno.

"Il grave atto intimidatorio perpetrato a Diamante ai danni dei bus della società Preite, che si aggiunge ad altri accaduti sul nostro territorio, ha la nostra condanna più ferma e richiama una risposta comune di tutte le istituzioni del comprensorio. Per questo chiederò ai sindaci del territorio un incontro per domani, finalizzato ad un'azione forte e sinergica, confidando al contempo nel lavoro delle Forze dell'Ordine e della Magistratura"

Sabrina Mannarino: "Condanna, sdegno e vicinanza"

"Apprendo con stupore e sgomento del vile atto subito dalla azienda di trasporto pubblico locale Preite, simili atti rischiano di mettere in ginocchio, non solo le aziende che vi operano e che quotidianamente, nonostante le criticità finanziarie, garantiscono un prezioso servizio all’utenza calabrese ma anche, posti di lavoro e il sano vivere civile delle nostre intere comunità.
Nel ribadire la mia più ferma condanna e il mio sdegno profondo per questo ignobile atto intimidatorio, rinnovo la mia vicinanza umana e istituzionale ai titolari dell’azienda, a quanti lavorano in essa, alle loro famiglie e alla comunità di Diamante. Sono certa che, con l’aiuto e la solidarietà delle istituzioni e dell’intera popolazione, non si lasceranno intimorire e che reagiranno con forza, coraggio e determinazione a questo vile gesto”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook