Giovedì, 16 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Cosenza, “Non fa ridere” ma... vince premi il video anti-razzista

Cosenza, “Non fa ridere” ma... vince premi il video anti-razzista

di

Una clip che “Non fa ridere”, ma... incetta di premi nazionali e internazionali, quello sì. Il filmato contro ogni pregiudizio razziale realizzato dall’associazione di promozione sociale rendese “PartecipaAzione” insieme a “Porta Cenere” e al comune di Mendicino, beneficiario ente capofila, ha ottenuto diversi importanti riconoscimenti. La regia del video della durata di un minuto è stata curata da Mario Massaro mentre Elisa Ianni Palarchio si è occupata della sceneggiatura. Il micro short è stato finanziato dal fondo asilo e migrazione del ministero dell’Interno. Minori non accompagnati, operatori del progetto e gli attori Emilia Brandi, Stefania De Cola e Marco Iaquinta sono stati i protagonisti della clip.

Le kermesse

“Non fa ridere” è risultato vincitore nelle categoria micro short comedy al “Berlin Flash Film Festival”. Al “Vesuvius International Film Festival” ha ottenuto il premio come best social message. Lo spot inoltre è risultato finalista al “New York Flash Film Festival”, strappando tuttavia un premio mensile. E, ancora, semifinalista agli “Sweden Film awards”. Tra i confini nazionali, la clip è stata selezionata sia al “Varese International Film Festival” e negli ultimi giorni anche al prestigioso “Giffoni”. Alla kermesse cinematografica della provincia di Salerno si è ritagliato uno spazio di primo piano nell’edizione “School Experience” che si è tenuta dall’8 al 12 marzo 2021. «Siamo lusingati dei riconoscimenti – ha detto Massaro – perché questo micro short è stato concepito in un periodo molto complesso, quello del lockdown, che non ci ha impedito di rimetterci immediatamente al lavoro e continuare a lanciare il nostro messaggio di uguaglianza e solidarietà attraverso il linguaggio delle arti, in questo caso del cinema». “Non fa ridere” è stato creato nell’ambito del progetto Arca, dalle associazioni in ats (associazione temporanea di scopo) “PartecipaAzione” e “Porta Cenere”.

“PartecipaAzione”

Opera dal 2017, portando aiuto alle persone più fragili e sole. I soci fondatori sono Vittoria Teresa Paradiso (presidente), Davila Scarpelli (vicepresidente) e Gianpaolo Rosa (responsabile amministrazione), sostenuto da un gruppo di figure specializzate, ha presentato pure uno spettacolo teatrale, “La pace”, mentre da poco ha ultimato un cortometraggio. L’attività dell’associazione è comunque in grande fermento. Attraverso il laboratorio di pittura sono state realizzate delle opere artistiche (sagome e quadri) compiute dai ragazzi. Il prossimo step, ora, sarà compiuto a fine aprile quando l’organizzazione renderà disponibile un video musicale, prodotto finale del laboratorio.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook