Sabato, 04 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Da “Radio Pi” al “Pitagora” di Rende all'Expo di Dubai, ecco come i liceali costruiscono il futuro FOTO | VIDEO

Da “Radio Pi” al “Pitagora” di Rende all'Expo di Dubai, ecco come i liceali costruiscono il futuro FOTO | VIDEO

di

«Il mondo del futuro lo state costruendo voi». Basterebbe questa frase della dirigente scolastica del liceo scientifico “Pitagora” di Rende, Alisia Rosa Arturi, per sintetizzare due mesi di lavoro (e forse più...). Tanto è stato necessario per confezionare un video-testimonianza dell'avventura scientifica (o, molto più semplicemente, di vita) portata avanti dagli studenti in quel di Dubai, sede dell'Expo, ovvero il giardino più moderno della conoscenza esistente al mondo. Hanno toccato con mano (non tutto, non troppo, perché in questo scorcio di Emirati Arabi ogni cosa, ogni gesto hanno un “costo”...) cosa significhi proiettarsi nel futuro. Padiglione dopo padiglione, innovazione dopo innovazione, contaminazione su contaminazione. Giuseppe Spina, Giorgio Dodaro, Mario Guarascio e Alessandro Curcio hanno indossato i panni di tutor del progetto (accompagnati dalla docente Gemma Pucci), che rappresenta una delle tappe per raggiungere il sogno. Quale? Dimostrare che la scuola oggi può trasformarsi in un incubatore di iniziative basate sullo spunto, sulla creatività, sfruttando la sponda (economica) del Ministero dell'Istruzione: i progetti che valgono camminano sulle proprie gambe e gli organi competenti non hanno problemi a finanziarli. Come il viaggio a Dubai.

 

Ma per raggiungere traguardi ambiziosi servono trampolini sufficientemente adatti per lanciarli. Quello scelto da inquiline e inquilini del “Pitagora” è il più semplice (ma efficace) di tutti: la spensieratezza, la voglia di divertirsi. Stimoli che hanno portato alla nascita di “Radio Pi”, esperienza giornalistica avviata per diletto che, grazie alla fiducia accordata da dirigente scolastica e dal corpo docente, si è trasformata col tempo in una realtà consolidata a tal punto da guadagnarsi anche un spazio “fisico” all'interno delle mura scolastiche. E oggi “Radio Pi” ha una sede, un'aula di riferimento arricchita con tutte le attrezzature necessarie per alimentare l'esperienza radiofonica (altri fondi intercettati e sapientemente riutilizzati). Un luogo d'incontro, certo, ma anche un megafono di informazioni utili, diffuse attraverso una trasmissione ad hoc (ogni venerdì pomeriggio alle 16sul canale Youtube con un ospite e un tema di giornata). Un altro gancio verso il futuro è stato rappresentato dal “Premio scuola digitale”, che vede l'istituto rendese come scuola-polo per Cosenza e per la Calabria.

Perché il giardino della conoscenza si alimenta esperienza dopo esperienza, idea su idea. Il futuro è lì, si può scegliere di “subirne” l'inerzia o di andare a prenderselo. I liceali del “Pitagora” hanno già scelto.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook