Martedì, 30 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca A Cosenza c'è una giungla chiamata Cup: tra attese interminabili, biglietti artigianali e disservizi

A Cosenza c'è una giungla chiamata Cup: tra attese interminabili, biglietti artigianali e disservizi

Benvenuti nella giungla mattutina chiamata Cup (centro unico prenotazioni) Cosenza. Da queste parti c'è vita già dall'alba, perché per effettuare esami di controllo, routine o approfondimenti medici anche più impellenti in ospedale ci si deve recare recare di buona lena all'esterno della struttura per non far tardi e rientrare tra i primi trenta fortunati che hanno diritto al primo ingresso (biglietti compilati artigianalmente e distribuiti direttamente dagli utenti).

Poi scatta il secondo filtro, interno alla struttura, con i vigilantes che smaltiscono, spesso a fatica, le file che si creano anche internamente perché sono 6 gli sportellisti (4 addetti alla prenotazione prelievi, esami e strumentali, 1 solo per ritiro referto e 1 solo per pagamento e visita intramoenia).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook