Domenica, 25 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Le voci del Raganello a 4 anni dal dramma. Il sindaco: “Io e Civita non viviamo più” VIDEO

Le voci del Raganello a 4 anni dal dramma. Il sindaco: “Io e Civita non viviamo più” VIDEO

Alessandro Tocci ha il volto spento. Non che il lavoro manchi in un comune come Civita, ma lo spirito è stato ucciso per sempre in quel maledetto 20 agosto del 2018. Il sindaco del territorio arbëreshë, oggi come ieri - e per “ieri” s'intende appunto anche il giorno del dramma costato la vita a 10 persone in seguito alla piana del Raganello -, alla tragedia che ha scosso l'Italia intera, 4 anni fa, ha aggiunto anche quello personale («Questa non è vita...»), fatto di processi e giudizi che non ha mai digerito fino in fondo, e quello di una comunità che non riesce a reagire a distanza di 48 mesi: «Le gole del Raganello sono una delle attrattive più belle d'Italia. Porto massimo rispetto ai morti, perché il sol pensiero mi addolora, ma da quattro anni abbiamo un sequestro continuativo che sta penalizzando fortemente la comunità. Altrove, in seguito a tragedie, è stato riservato un altro trattamento».

“Le voci del Raganello, quattro anni dopo”, chi erano le vittime della tragedia a Civita

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook