Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il sindaco Occhiuto presenta esposto alla magistratura
CANILE

Il sindaco Occhiuto
presenta esposto
alla magistratura

canile, cosenza, mario occhiuto, video, Cosenza, Archivio
mario occhiuto

La divulgazione dei due video inerenti il Canile di Donnici, nei quali alcune lecite attività vengono ingiustamente presentate come scioccanti, è un'azione denigratoria prima di tutto nei confronti del buon nome della Città di Cosenza". Lo afferma, in una dichiarazione, il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto,  intervenuto  sulla vicenda del canile di Donnici e sulla diffusione, ad opera di ignoti, di immagini non autorizzate girate all'interno della struttura municipale e diffuse sul web". "E' per tale motivo - sottolinea Occhiuto - che sarà depositato esposto alla magistratura per l'individuazione degli autori della fraudolenta captazione di immagini e soprattutto affinché siano smascherati i reali mandanti di una becera attività di presunto spionaggio, che in realtà denota la scarsa affezione alla città, la cui dignità è calpestata senza pudore pur di creare falsi scoop per il proprio tornaconto. Intorno ai canili, è bene evidenziarlo, specie nei casi di gestione affidata ai privati, sovente ruotano interessi illeciti e criminali: illeciti per tutta una serie di sprechi e criminali relativamente ad attività di scommesse ed azzardo con totale spregio per i poveri ospiti delle strutture". "All'assessore Hauser - afferma ancora il sindaco - va il merito di aver, invece, inquadrato il nostro canile nell'alveo della più trasparante ed efficace gestione pubblica, per come riscontrato dai numerosi attestati di associazioni animaliste e di personalità pubbliche. La diffusione dei due video tenta, perciò, di infangare un'operazione di bonifica generale del canile che, attraverso il costante ed encomiabile impegno dell'assessore Hauser, è divenuto una struttura comunemente apprezzata. Alla magistratura chiederò pertanto di far luce su tutte le falsità che si stanno divulgando e sui reali motivi sottostanti, che sono lontani anni luce dal reale amore per gli animali". (ANSA).

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook