Martedì, 25 Settembre 2018
COSENZA

I boss, la “copiata” e
il silenzioso ventunenne

Massimo Illuminato 21 anni, è stato arrestato nelle scorse settimane perché trovato in possesso di droga e di un vero e proprio arsenale (nella foto) riconducibile secondo la Dda di Catanzaro alle cosche bruzie. Nel corso del blitz culminato nell’ammanettamento del giovane, i carabinieri hanno pure sequestrato una “copiata”. Il documento rivelava, infatti, la struttura del clan, con un caposocietà detenuto, Gianfranco Ruà, indicato come figura carismatica di riferimento, e un ex latitante, Ettore Lanzino, scelto come “contabile”. Il ventunenne, interrogato ieri dal Gip, non ha aperto bocca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X