Martedì, 19 Febbraio 2019
stampa
Dimensione testo
UNIVERSITÀ

Bonus esami stato
monta la protesta
per discriminazioni

antonio lento, movimento meridionalista unione medterranea, selezione, test di ingresso, università, Cosenza, Calabria, Archivio

Cresce la preoccupazioni per i giovani che si accingono a sostenere le selezione d’ingresso all’università. A chiedere un interessamento al Miur e una mobilitazione dei candidati è il Movimento Meridionalista Unione Mediterranea che in una nota a firma di Antonio Lento critica il ministero della Pubblica istruzione: “Dopo aver rettificato le date e riaperto i termini di preiscrizione alle selezioni d’ingresso per le Università - inizia l’esponente del Movimento - ne ha combinata un'altra delle sue, ovvero ha deciso di non riconoscere il bonus relativo al voto conseguito agli esami di Stato, per chi non è riuscito a inserirlo entro il 18 luglio”. Il rilievo parte dalla considerazione di creare un danno e un handicap a quegli studenti che a vario titolo non hanno potuto inserire il voto d’esame. “Il ministro forse ha dimenticato che non sempre le connessioni Internet sono fruibili in questo Paese – continua Lento - e comunque non tiene conto della confusione creata. Poiché il voto conseguito, e la data del diploma, sono dimostrabili e inconfutabili si potrebbero esibire anche il giorno della prova per come avviene con la prova di avvenuto pagamento”. Il movimento meridionalista Unione Mediterranea avanza, così, l’ipotesi d’illegittimità della decisione e rincara la dose: “Crediamo sia illegittimo che chi ha avuto problemi informatici o si trovava fuori sede e non ha potuto inserire on line i titoli non li veda riconosciuti. Invitiamo il ministro a rivedere questa posizione dando la possibilità ai candidati di presentare i titoli in sede di prova o in subordine riaprire i termini d’inserimento dei dati”. Per far ritornare sui suoi passi il ministero Antonio Lento rivolge, infine, un appello a chi dovrà affrontare le suddette prove: “ Invito– si legge a termine della nota - tutti i candidati a tempestare il ministero di e-mail per chiedere il riconoscimento di un attestato inconfutabile e sicuramente in possesso di tutti i partecipanti alle selezioni”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X