Sabato, 22 Settembre 2018
COSENZA

Pendolari e turisti
fermi sul binario morto

Binari infuocati. Non solo per il caldo torrido di questi giorni, ma soprattutto per l’ultima decisione assunta da Trenitalia. Dal primo agosto sono stati infatti cancellati quattro convogli: il regionale 12652 che partiva da Reggio Calabria alle 5.10 con arrivo a Vaglio Lise quattro ore dopo; il regionale 22466 da Cosenza a Paola delle 7.50; il regionale 12698 da Paola a Sapri delle ore 15.55; il regionale 2433 da Sapri a Reggio Calabria delle ore 17.40. Questi treni avevano un’importanza fondamentale per i pendolari ma anche per i turisti che scelgono di trascorrere le vacanze o una semplice giornata al mare nelle località del litorale tirrenico cosentino. La soppressione dei treni ha già mandato su tutte le furie la Filt-Cgil, che ha fermamente condannato l’azienda di trasporto ferroviaria e la Regione, quest’ ultima colpevole secondo il sindacato di non aver difeso a spada tratta il diritto alla mobilità dei calabresi. La soppressione dei quattro convogli, unita agli ormai cronici ritardi e cancellazioni improvvise che ben conoscono i pendolari bruzi, rientra inevitabilmente in quel processo di depauperamento che da qualche anno sta interessando la stazione di Vaglio Lise.

L'articolo completo sul nostro giornale

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X