Martedì, 09 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio "Saperi e Competenze" Orientagiovani 2013
COSENZA

"Saperi e Competenze"
Orientagiovani 2013

confindustria, cosenza, orientagiovani, Cosenza, Calabria, Archivio
foto gazzetta del sud

Si è aperta con la consegna di due targhe l’edizione provinciale 2013 di Orientagiovani, la manifestazione che Confindustria Cosenza dedica agli studenti delle scuole della provincia, svoltasi al Cinema Modernissimo, alla presenza di oltre 300 ragazzi, dal tema “Saperi e competenze per prepararsi al futuro”. I due riconoscimenti sono andati all’Istituto Tecnico Industriale “A. Monaco” di Cosenza ed all’azienda Fi.FF dell’imprenditore Paolo Filice per aver partecipato al concorso nazionale di Confindustria "Un giorno con l'imprenditore", un’esperienza di affiancamento lavorativo di studenti ad un industriale. I protagonisti del progetto, gli studenti Francesco Cavaliere, Francesco Capalbo e Marco Stellato dell’ITIS e l’imprenditore Filice hanno ricevuto la targa dall’Assessore regionale all’Istruzione Caligiuri e dal Presidente di Confindustria Cosenza Mazzuca, ed insieme al professore Remo Scavello ed alla Responsabile dell’Education di Confindustria Cosenza Monica Perri ritireranno il Terzo Premio nazionale nelle prossime ore a Catania, in occasione della manifestazione nazionale di Confindustria sull’orientamento. Con la proiezione di un video sul Made in Italy e sulle produzioni d’eccellenza che il Paese ha in tanti settori, dalla meccanica al food, dalla cosmesi al tessile, i relatori della giornata di orientamento, moderata dal Direttore di Confindustria Cosenza Rosario Branda hanno interloquito con gli studenti motivandoli ad impegnarsi per la costruzione del proprio futuro.«Occorre rivalutare la cultura del merito - ha dichiarato il Presidente di Confindustria Cosenza Natale Mazzuca – e creare le condizioni affinché una nuova classe dirigente possa farsi spazio e possa, a sua volta, creare nuovo sviluppo. E’ nostro compito aiutare i ragazzi a far venire fuori il loro talento, recuperando l’etica dei comportamenti e rivalutando il senso del bene comune. Dobbiamo liberarci dalla burocrazia eccessiva che ingessa il Paese, anche nel sistema della formazione, se pensiamo che i nostri ragazzi per accedere a corsi a numero chiuso e impegnarsi in determinate professioni devono andare a studiare all’estero. Non tutte le famiglie possono permetterselo e non è giusto per la collettività». Sulla complessità della situazione economica del Paese e sulle opportunità di lavoro per i giovani si è soffermato l’economista e docente dell’Università di Bari Gianfranco Viesti, secondo cui «la formazione rappresenta l’investimento vero e più fruttuoso che ciascuno deve costruirsi, avendo anche la capacità di acquisire dalla rete un’informazione affidabile, sforzandosi di andare a guardare quello che succede a latitudini diverse. Il futuro dei giovani dipenderà in larga misura dalla capacità di fare per se stessi e per il bene comune, con competenza, impegno, creatività». Il docente dell’Università della Calabria e Responsabile dell'Incubatore Technest Riccardo Barberi ha motivato gli studenti verso l’intrapresa, parlando dell’esperienza altamente formativa della Start Cup Calabria e dell’incubatore d’imprese Technest dell’Università della Calabria. «La conoscenza genera piacere ed aumenta le possibilità di avere successo, coltivando i sogni e facendo in modo che gli stessi possano realizzarsi». Dopo la testimonianza del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Paolo Filice, ha concluso i lavori della mattinata l’Assessore regionale alla Cultura, Istruzione e Ricerca della Regione Calabria Mario Caligiuri. «La crisi dell’esempio a cui ogni giorno siamo sottoposti, viene scompaginata con esempi di collaborazione fruttuosa come quelli messi in piedi dagli imprenditori che aprono le loro realtà ai giovani e gli consentono di maturare esperienze interessanti. Come Regione Calabria stiamo cercando di apportare migliorie al sistema dell’istruzione e della formazione attraverso interventi mirati a diffondere cultura. Senza cultura non potrà esserci sviluppo».

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook