Venerdì, 12 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio 'Mafia Capitale' perquisita la Camus
COSENZA

'Mafia Capitale'
perquisita la Camus

Mafia Capitale aveva allungato i suoi tentacoli anche a Cosenza? Pare di si a leggere la nuova ordinanza dell’operazione della procura di Roma scattata nei giorni corsi che ha portato a 44 arresti. Tra le numerose società e cooperative sottoposte a perquisizioni, sebbene non indagate, anche la  sede della Camus srl di Cosenza, inserita nell’Associazione Temporanea di Imprese insieme alla Capodarco e alla Nta che lo scorso ottobre si è aggiudicata l’appalto del Cup , il servizio di prenotazione sanitario. Secondo gli inquirenti anche questa commessa era finita nell’orbita di Salvatore Buzzi, il re delle cooperative che  con Massimo Carminati, ex Nar, ex Banda della Magliana, era il dominus dell’organizzazione mafiosa denominata ‘mafia capitale’, e scoperta dalla procura di Roma nell’inchiesta sul cosiddetto ‘mondo di mezzo’, un sistema complesso che vede insieme politici, burocrati, faccendieri, criminali accaparrarsi tutti gli appalti, non solo quelli legati all’accoglienza degli immigrati con un giro vorticoso di tangenti. Secondo gli inquirenti il bando che ha interessato la Camus, che ribadiamo non risulta indagata, avrebbe presentato delle anomalie. Bandi su misura per Buzzi e i suoi amici?

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook