Lunedì, 18 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio La neve spinge il turismo in Sila
COSENZA

La neve spinge il turismo in Sila

di
neve, sila, turismo, Cosenza, Calabria, Archivio
La neve spinge il turismo in Sila

La neve è stata una vera e propria manna dal cielo per le strutture ricettive della Sila. Tra Camigliatello e Lorica diversi alberghi e ristoranti hanno registrato il tutto esaurito nell’ultimo weekend dell’anno.

Secondo gli operatori, la neve ha giocato un ruolo fondamentale e incentivato i turisti. «Una fine dell’anno decisamente positiva – ha dichiarato Pietro Lecce ristoratore – grazie alle favorevoli condizioni climatiche, che hanno portato sull’altopiano silano molti turisti. Tanti cosentini, ma anche pugliesi, siciliani e laziali. Speriamo si avverino le previsioni meteorologiche, che annunciano nuove precipitazioni nevose per il ponte dell’Epifania, questo ci garantirebbe un nuovo boom di presenze, e soprattutto sarebbe di buon auspicio per la stagione turistica invernale, che è appena iniziata».

Un mese di dicembre positivo per il turismo cosentino, che secondo i dati diffusi da Confindustria Cosenza, ha registrato numeri interessanti sia in città che in provincia. «Ultimo mese dell’anno decisamente favorevole – ha dichiarato Flora Fabiano, consigliere settore turistico Confindustria – con numeri interessanti, soprattutto per capodanno. Segnale questo, che indica una ripresa del settore e dell’economia più in generale. Quest’anno abbiamo notato che le famiglie hanno leggermente stravolto le tradizioni, festeggiando il Natale con i propri cari ma in strutture ristorative. Positivo anche l’ultimo weekend dell’anno: strutture al completo e nessun rincaro dei prezzi. Infine, le previsioni per il 2017 mostrano un picco dei viaggi “bleisure”, ossia quelli che fondono affari e tempo libero».

A registrare il segno più, non solo gli operatori locali, ma anche le agenzie viaggi. «In molti hanno optato per un viaggio – ha spiegato Maria Rovella tour operator – seppur brevi. Le città europee e le città d’arte italiane sono state le mete più gettonate, soprattutto a capodanno. A viaggiare sono maggiormente i giovani, sulle famiglie incombe la paura degli attentati».

In tanti si sposteranno per il ponte dell’epifania e subito dopo le feste, sfruttando la riduzioni dei prezzi, fino al 40%. Non più last minutes: la tendenza degli ultimi tempi è quella di prenotare con largo anticipo. Per Pasqua, soprattutto famiglie e coppie, hanno prenotato e richiesto preventivi per le crociere al caldo, di una settimana o 15 giorni.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook