Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Capodoglio spiaggiato
SAN LUCIDO

Capodoglio spiaggiato

di
capodoglio, san lucido, Cosenza, Calabria, Archivio
Capodoglio spiaggiato

Un esemplare di capodoglio maschio lungo circa dodici metri è stato ritrovato privo di vita domenica mattina sulla spiaggia prospiciente un villaggio turistico sito in località “Petralonga”.

L'animale è stato avvistato da un passante che ha immediatamente allertato la Guardia Costiera di Cetraro diretta dal tenente di vascello Gabriele Cimoli.

Giunti sul posto le divise bianche in servizio presso l'Ufficio Circondariale Marittimo altotirrenico, dipendente dal Compamare di Vibo Valentia, hanno proceduto con i rilievi del caso supportati dal veterinario in servizio presso l’Azienda sanitaria di Paola.

In base ai primi accertamenti il cetaceo sarebbe morto da circa dieci giorni. Rimasto in balia delle onde per tutto questo tempo il mammifero appartenente alla famiglia dei fiseteridi è finito sul litorale sanlucidano la domenica di Pasqua trasportata dalle correnti marine che in questi ultimi giorni sono apparse piuttosto forti.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri. Per la rimozione della carcassa i cui costi sembra dovranno gravare sul disastrato bilancio del comune di San Lucido si attendono le indicazioni che arriveranno dalle autorità competenti già informate dalla Guardia costiera cetrarese.

Appena diffusa la notizia il tratto di litorale dove s’è spiaggiato l'animale è diventata metà di pellegrinaggio da parte di numerosi cittadini e di tanti turisti attualmente presenti in case private e strutture ricettive della ridente località tirrenica.

Un evento del genere non capita tutti i giorni e la curiosità di vedere da vicino un esemplare di capodoglio e' stata tanta.

Per la cronaca va detto che il capodoglio è presente in tutti i mari del mondo, compreso il Mediterraneo. I maschi si spingono fino alle zone polari mentre le femmine restano a latitudini meno elevate.

È il più grande tra gli odontoceti: il peso di un esemplare maschio oscilla tra 30 e 50 tonnellate. La pelle è grigia con macchie bianche su bocca, fianchi e ventre. Nell'imponente massa risalta soprattutto la testa, tronca sul davanti e concava ai lati il cui volume ammonta ad un terzo del corpo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook