Martedì, 22 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Violenza sulla compagna, divieto di avvicinamento per un uomo di Corigliano

Violenza fisica e psicologia nei confronti della compagna: per questo motivo nei confronti di un uomo di Corigliano di 29 anni è stata eseguita la misura cautelare dell’obbligo di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna. La misura, eseguita dai carabinieri di Corigliano Calabro, è stata emessa dal gip del Tribunale di Castrovillari, su richiesta della Procura, coordinata da Eugenio Facciolla.

La donna ha denunciato la continua persecuzione da parte del suo compagno già a partire dal 2017. Nel giro di pochi mesi c'era stata un'escalation di atti vessatori e violenza fisica: inizialmente l’uomo si era “limitato” a minacciarla ripetutamente, poi, in diverse occasioni, l’aveva aggredita fisicamente, anche con gli oggetti che si trovava di volta in volta a portata di mano, costringendo la donna, in un caso, anche a seguirlo nei pressi del luogo dove venne uccisa la giovane Fabiana Luzzi nel 2013 e qui l’aveva minacciata di morte con un bastone.

Infine la donna aveva subito un rapporto sessuale non consenziente, a cui l’uomo l’aveva costretta aggredendola fisicamente e successivamente minacciandola per ottenere il suo silenzio. Ma la cosa ancor più grave è che la maggior parte degli atti di violenza messi in atto dall’uomo nei confronti della compagna avvenivano davanti gli occhi delle tre figliolette, tutte minorenni.

All'uomo sono contestati ora i reati di maltrattamenti in famiglia aggravati e violenza sessuale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook