Lunedì, 19 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
RAPPORTO AMBIGUO

Amore proibito a Cassano, lei ha 13 anni e lui 23: il Gup condanna il giovane

di

Lei diciassette anni, lui diciotto. Una storia tra due coetanei in cerca di una relazione stabile. In realtà, però, era solo l'incipit di una grande menzogna, come solitamente avviene nei rapporti contemporanei.

Lei, infatti, in realtà, di anni, all'epoca dei fatti, ne aveva tredici di anni mentre lui ventitré. Un rapporto ambiguo, nato con una doppia bugia, e al di là della legalità al quale giudici e magistrati hanno messo fine condannando l'uomo, di origini albanesi, a un anno e otto mesi di reclusione per aver violentato la fidanzatina minorenne. È questo quanto ha deciso anche il Gup del Tribunale di Castrovillari accordando la richiesta di giudizio immediato richiesta dal pubblico ministero della Procura di Castrovillari, Angela Continisio.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione della Calabria

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook