Domenica, 25 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
PROCESSO FRONTIERA

Revocati i sussidi statali a presunti esponenti cosca Muto di Cetraro

di
cetraro, cosca muto, franco muto, Cosenza, Calabria, Cronaca
Il boss Franco Muto

Revocati il sussidio di disoccupazione, la pensione, l'assegno sociale e anche la pensione di invalidità a presunti esponenti della cosca Muto di Cetraro, condannati giovedì scorso dal Tribunale di Paola nell'ambito del processo “Frontiera”. Sussidio tolto anche al “Re del pesce”.

I giudici, a tarda sera, hanno emesso un dispositivo di dodici pagine in cui delineano la nuova geografia del clan del Tirreno cosentino, comminando trenta condanne e dieci assoluzioni. E, per alcuni di loro, oltre al pagamento delle spese processuali e all'interdizione dai pubblici uffici, c'è stata pure la revoca di alcuni sussidi goduti fino ad ora ed erogati dallo Stato.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione della Calabria

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook