Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cosenza, il prefetto Galeone agli arresti domiciliari per corruzione
L'INCHIESTA

Cosenza, il prefetto Galeone agli arresti domiciliari per corruzione

di
arresti domiciliari, corruzione, prefetto, Cinzia Falcone, Luciana Lamorgese, Paola Galeone, Cosenza, Calabria, Cronaca
Paola Galeone

Il prefetto Paola Galeone è destinataria di un provvedimento di arresti domiciliari emesso dal Gip di Cosenza su richiesta della Procura della Repubblica diretta da Mario Spagnuolo. L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa stamane. L'esecuzione è in corso.

Il reato contestato è "induzione indebita a dare o promettere utilità ". Galeone dovrà rimanere sottoposta al provvedimento restrittivo a Taranto sua città di abituale residenza. Il pm che condotto l'inchiesta è Giuseppe Visconti. Il gip che ha emesso la misura Letizia Benigno di Cosenza.

Le indagini sono state condotte dalla Mobile di Cosenza, diretta da Fabio Catalano poliziotto promosso per meriti speciali negli anni scorsi che ha lavorato in Calabria e Sicilia. A coordinare tutto il questore Giovanna Petrocca, superpoliziotto che ha condotto le indagini a Roma sulla scomparsa di Emanuela Orlandi e prima donna a ricoprire l'incarico di Questore a Cosenza.

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese ha disposto la sospensione dal servizio del prefetto di Cosenza, Paola Galeone. Lo rende noto il Viminale spiegando che il provvedimento è stato preso «ai sensi dell’articolo 91 del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3».

 

IN AGGIORNAMENTO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook