Venerdì, 07 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Escalation criminale a Spezzano, furto in casa di un'anziana durante i suoi funerali
COSENZA

Escalation criminale a Spezzano, furto in casa di un'anziana durante i suoi funerali

furti, ladri, spezzano albanese, Cosenza, Calabria, Cronaca
Spezzano Albanese

Una sfilza di furti senza fine. È il fenomeno che sembra non attenuarsi e che, ormai da un po' di tempo, si trovano a combattere i carabinieri della stazione di Spezzano Albanese guidata dal luogotenente Sergio De Cristofaro.

Il picco delle ultime ore ha registrato un ammanco di ben 3.800 euro dei ticket sanitari presso la sede locale dell’Asp (la seconda volta in due mesi) e la visita “furtiva” all’interno d’una casa disabitata nel mentre all’anziana donna - proprietaria dell’abitazione - stavano celebrando i funerali. Questi sono i due episodi più eclatanti d’una serie di furti che sta mettendo a dura prova la cittadinanza, davvero preoccupata dall’escalation micro criminale.

Nei fatti, durante la nuova “visita” che ha portato alla sottrazione dell’ingente somma presso l’Asp cittadina, sono stati presi di mira anche i distributori automatici di snack e caffè, che – dopo essere stati scardinati – hanno visto “sparire” anche gli incassi in moneta. Il personale dipendente dell’Asp ha ovviamente sporto denuncia presso la locale stazione dei militari dell’Arma, che hanno avviato le indagini setacciando centro abitato e dintorni.

Ma non finisce qui, perché – sempre nelle scorse ore – un'altra casa è stata saccheggiata: tra gioielli, contanti, tablet e pc, il danno sarebbe quantificabile in alcune migliaia di euro. Le indagini, come sempre a 360 gradi, sono state avviate con solerzia e si sono concentrate anche sull'abitazione dell’anziana deceduta.

Secondo le prime ricostruzioni, infatti, i furfanti avrebbero approfittato dello svolgimento delle esequie della donna per passare all’azione. Come dire: neanche di fronte alla morte ci si ferma. Al momento, non si conosce l'entità del danno: la pensionata defunta viveva da sola e, a quanto pare, la scoperta dell'intrusione sarebbe avvenuta solo all'indomani del funerale.

Gli investigatori dell’Arma hanno potuto solo constatare l'accaduto, peraltro avvenuto in pieno centro cittadino. In buona sostanza, se la cosa preoccupa i malcapitati e anche chi potrebbe subire furti in futuro, le indagini in corso sembrerebbero non destare nervosismi nei malintenzionati che, a distanza di poche ore, tornano di nuovo all’opera. Facile immaginare che potrebbe essere una vera e propria banda di rapinatori seriali dedita a sconvolgere il vivere quotidiano della cittadina.

Proprio dalle forze dell’ordine è ancora una volta partito un appello: segnalare qualsiasi cosa prima che sia troppo tardi. Purtroppo il crescente fenomeno dei furti, in appartamenti e/o strutture pubbliche, sta angosciando e non poco l’intera opinione pubblica che si trova a fronteggiare episodi quasi senza precedenti.

La serie ormai illimitata d’atti delinquenziali sta portando scompiglio alla tranquillità sociale e gli stessi, che tornano purtroppo a far parlare di sé, hanno una vasta eco mettendo in cattiva luce la cittadina. Su quanto accaduto si sta cercando di far luce attraverso indagini molto mirate, condotte – in ausilio alla locale stazione – anche dai carabinieri della Compagnia di San Marco Argentano, coordinati dal capitano Oscar Caruso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook