Giovedì, 26 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Impianti chiusi o stracolmi nel Cosentino: rifiuti spediti fuori regione
AMBIENTE

Impianti chiusi o stracolmi nel Cosentino: rifiuti spediti fuori regione

di

«La chiusura della discarica di San Giovanni in Fiore a causa del recente incendio sta provocando problemi non solo alla città di Cosenza ma a molti altri comuni. L'impianto di Cassano dove si recano anche i camion di altri comuni, non solo quelli dell'Ato 1, presto sarà saturo Ecologia Oggi fa il possibile, lottando anche contro bande di incivili che creano accumuli di rifiuti in molti punti del territorio urbano. E pure Calabra Maceri dobbiamo dire si impegna. Solo che lo stabilimento ha una capacità limitata oltre la quale non si può andare da qui i frequenti rallentamenti nel conferimento degli scarti di lavorazione».

Vanificati gli sforzi per migliorare il tetto della differenziata. L'ingegnere Giovanni Ramundo, dirigente del Settore Ambiente e Decoro Urbano di Palazzo dei Bruzi, fotografa l'attuale situazione della filiera dei rifiuti nella nostra provincia. Un quantitativo di scarti finisce fuori regione presso le sedi del Gruppo Hera. Si ipotizza l'utilizzo di un sito a Lamezia. Ma è evidente che si dovrà convivere con ritardi nel recupero di alcuni tipi di rifiuto e abbandoni purtroppo il più delle volte alimentati da residenti che non si sono convertiti alla differenziata e che dunque non collaborano.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Cosenza

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook