Sabato, 06 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Cassano, sequestrata mezza tonnellata di cannabis sativa
GUARDIA DI FINANZA

Cassano, sequestrata mezza tonnellata di cannabis sativa

di
Provvedimento nei confronti del titolare di un’azienda agricola di Castrovillari: oltre 3400 le piante con un principio attivo superiore a quello consentito dalla legge

Le piante di cannabis messe a essiccare in un capannone nelle campagne di Sibari avevano un principio attivo superiore a quello consentito dalla legge. I finanzieri del Comando provinciale di Cosenza- diretti dal colonnello Danilo Nastasi - coordinati dalla Procura di Castrovillari, hanno sequestrato oltre 3400 piante di “cannabis sativa”, per un peso complessivo di 512 kg. Il provvedimento cautelare - emesso dal gip del tribunale del tribunale del Pollino - eseguito nei confronti del titolare di un’azienda agricola di Castrovillari è il frutto d’una serie d’accertamenti condotti dalle Fiamme gialle della Compagnia di Sibari diretta dal colonnello Giuseppe Maniglio.

Coltivazione illegale

Nel corso dei controlli nell’azienda i finanzieri hanno rinvenuto nel locale che l’azienda ha adibito a essiccatoio le piante di cannabis sativa, solitamente usata per scopi alimentari e cosmetici. Benché si trattasse d’una varietà permessa dalla legge, e l’azienda avesse tutte le carte in regola i finanzieri hanno proceduto ad analizzare un campione delle piante. Dai risultati è emerso che il principio attivo superava il limite consentito dalla legge.

Indagato per produzione illecita di sostanze stupefacenti

All’esito delle analisi chimiche di laboratorio i finanzieri hanno informato la Procura della Repubblica di Castrovillari e il legale rappresentante dell’azienda agricola è stato iscritto nel registro degli indagati, per il reato di produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Richiesta al gip

Il pubblico ministero del tribunale di Castrovillari ha chiesto al giudice per le indagini preliminari . il provvedimento di sequestro. Nel contempo prosegue l’attività della Guardia di finanza nella prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, a tutela della salute e dell’incolumità dei cittadini anche nel settore della coltivazione e della filiera agroindustriale della canapa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook