Venerdì, 17 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Al via la campagna di vaccinazione per gli over80 nel distretto arbëresh del Pollino
CORONAVIRUS

Al via la campagna di vaccinazione per gli over80 nel distretto arbëresh del Pollino

Il siero sarà somministrato ad oltre 500 pensionati residenti nei comuni di Acquaformosa, Lungro, Firmo e Saracena

La Casa della Salute sarà struttura satellite per la campagna di vaccinazione anti Covid. Grazie alla disponibilità manifestata dai medici di famiglia, a breve il Centro di assistenza primaria territoriale arbëresh accoglierà gli ultraottantenni di Acquaformosa, Lungro, Firmo e Saracena. Il siero sarà somministrato ad oltre 500 pensionati residenti nel distretto arbëresh del Pollino.

Ieri, margine dell’incontro tra gli amministratori locali, l’assessore Vincenzo De Marco e il consigliere delegato Vincenzo Pavone per il Comune di Lungro, Gennaro Capparelli, sindaco di Acquaformosa e Pino Bosco, primo cittadino di Firmo con il direttore del distretto sanitario del Pollino, Francesco Di Leone, e i dirigenti medici dell’ambito, sono state definite modalità e tempi di inoculazione del vaccino anti Covid. Le prenotazioni e i procedimenti amministrativi propedeutici alle operazione di somministrazione del siero saranno espletate nella prossima settimana. Gli amministratori hanno già attivato le procedure con i rispettivi medici di famiglia al fine di rendere più celeri operazioni.

A Saracena, il sindaco Renzo Russo, ha dato via all’iter ed assicura che i vaccini saranno effettuati in una struttura del Comune. «Spero tanto che tutti i nostri concittadini che hanno compiuto 80 anni – chiosa Russo- i quali rappresentano la fascia di popolazione più a rischio, aderiscano in massa alla campagna di vaccinazione. Solo attraverso la vaccinazione riusciremo a tornare presto alla normalità. Fidiamoci della Scienza, facciamo il vaccino».
La fase attuativa delle vaccinazioni segue l’incontro tenutosi nei giorni scorsi a Castrovillari tra gli amministratori e i referenti dell’Azienda sanitaria provinciale, un tavolo operativo in cui si è deciso di demandare ai comuni la fase organizzativa sui territori per supportare tutte le attività propedeutiche all’effettuazione della campagna vaccinale oltre che a fornire le dosi di vaccino necessarie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook