Mercoledì, 21 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Lattarico, il coronavirus non risparmia il sacerdote della frazione Regina
APPRENSIONE

Lattarico, il coronavirus non risparmia il sacerdote della frazione Regina

Don Andrea Piccolo, dopo aver scoperto di essere positivo, è stato ricoverato all’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza perché le sue condizioni si sono aggravate
positivo al coronavirus, Regina di Lattarico, ricoverato, Andrea Piccolo, Cosenza, Cronaca
Il parroco della frazione Regina di Lattarico, don Andrea Piccolo

La comunità di Regina in queste ore prega per il suo parroco. Don Andrea Piccolo, parroco della chiesa San Giovanni Battista della frazione di Lattarico, dopo aver scoperto di essere positivo al covid -19 nei giorni scorsi, è stato ricoverato all’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza perché le sue condizioni si sono aggravate. A raccontare la sua lotta contro l’infezione virale è proprio il giovane prete: «Essendo un soggetto a rischio perché asmatico, allergico e con precedente broncopolmonite, visti alcuni casi covid avuti tra i nostri parrocchiani, dopo essere stato in contatto, seppur con mascherina, con alcuni di loro sono risultato positivo. Vistala saturazione scendere ho chiamato il 118 – continua il parroco - per portarmi in ospedale e dopo analisi e Tac è venuto fuori che già metà dei miei polmoni erano stati interessati dalla polmonite. Mi hanno ricoverato subito con il supporto dell’ossigeno. Chiedo preghiere per me». La preoccupazione nella comunità lattarichese cresce, i contagi riprendono ma il sindaco, Antonella Blandi, nonostante per precauzioni ha chiuso scuole e chiese per arginare la diffusione, rassicura che la situazione è sotto controllo. «Tutti i soggetti in quarantena saranno sottoposti a tampone molecolare dall'ASP – spiega il primo cittadino - con la quale l'interlocuzione è continua e costante. Sono convinta che supereremo questa nuova difficoltà con l'aiuto di tutti e soprattutto con il senso di responsabilità che ci ha contraddistinto. I contagi sono avvenuti tra ragazzi che più facilmente si ritrovano insieme e che magari non hanno rispettato rigidamente le regole del distanziamento». Anche a Montalto Uffugo il coronavirus ha decelerato la sua corsa ma non l’ha arrestata. Nuovi casi di positività sono stati registrati, ieri, sul territorio. A darne notizia il sindaco Pietro Caracciolo: «Le autorità sanitarie ci hanno comunicato ulteriori due nuovi casi. Allo stesso tempo, comunichiamo la revoca della quarantena obbligatoria per tre cittadini. Di conseguenza, attualmente, i cittadini positivi al covid-19 sono quaranta».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook